Museo Paolo Cresci per la storia dell’emigrazione italiana

Il Museo Paolo Cresci per la Storia dell’Emigrazione Italiana, che ha sede nel Palazzo Ducale di Lucca, prende il nome dal fiorentino Paolo Cresci (1943-1997), fotografo e appassionato collezionista che negli anni ha raccolto un archivio ricco di materiale documentario, fotografico e bibliografico sulla storia dell’emigrazione. Alla sua scomparsa, la Provincia di Lucca acquisì questa collezione, fondando nel 2002 la Fondazione dedicata al suo nome.

Il Museo conserva ed espone materiale documentario sulle vicende degli italiani emigranti, a partire dall’Unità nazionale: attraverso lettere, diari, fotografie, passaporti e altri documenti è possibile ripercorrere l’esperienza migratoria nelle tappe più significative e nelle vicissitudini più ricorrenti. L’allestimento segue le tappe del percorso dell’emigrante, dalle condizioni di vita di chi decideva di andarsene alla partenza, dal viaggio all’arrivo, dalla ricerca di lavoro alla vita vissuta con i piedi nella "Merica” e il cuore in Italia. Il percorso espositivo è arricchito dalla proiezione di contenuti video e multimediali.

Obiettivo del Museo e della Fondazione, oltre allo studio e alla divulgazione della storia dell’emigrazione, è l’invito a riflettere sul nostro paese non più come terra di emigrazione ma di immigrazione, e sui valori civili della tolleranza e dell’interazione fra culture diverse.

Contatti

Cortile Carrara, 1
Palazzo Ducale
55100 Lucca LU
Italia

Telefono

Prezzi

Ingresso gratuito

Servizi e accessibilità

Gel disinfettante
Mascherine disponibili
Accesso disabili
Toilette
Audioguida