Case della Memoria

Un viaggio in questi luoghi si propone di far conoscere le dimore storiche dei grandi personaggi che abitarono questo territorio, con la consapevolezza che non è possibile leggere le loro opere immortali senza incontrare i luoghi e le case dove vissero.

La prima dimora di questo itinerario è la casa natale di Giosue Carducci, che sorge a pochi chilometri da Pietrasanta, nella frazione di Valdicastello. Il Carducci lasciò la Versilia con la famiglia ancora bambino ma questa terra restò però nel suo cuore; spesso la ricordò nei suoi versi e vi fece ritorno varie volte. L’abitazione della famiglia Carducci è costituita dalle quattro stanze del fabbricato collocate dalla parte del torrente Baccatoio, che racchiudono gli arredi e i ricordi della vita del poeta.

Sull'altro versante delle Alpi Apuane, visse il più illustre allievo di Carducci, Giovanni Pascoli. Nella casa a Castelvecchio Pascoli, nel comune di Barga, il poeta visse dal 1895 al 1912, nei periodi di vacanza dagli impegni di docenza. La cosiddetta “bicocca di Caprona” fu centro di uno dei più prolifici e felici periodi di creazione letteraria: la natura circostante e gli abitanti del luogo ispirarono le più famose raccolte poetiche pascoliane, tra cui una assunse proprio il nome del paese eletto, i Canti di Castelvecchio. La Casa conserva ancora oggi la struttura, gli arredi, gli oggetti originali dell’epoca. Attigua alla casa è la cappella dove sono sepolti Pascoli e la sorella.

L'itinerario continua con le due case che hanno ospitato Giacomo Puccini. Nella corte di S. Lorenzo, a Lucca, è situata la casa natale del compositore, nato il 22 dicembre 1858, con gli arredi originali e il pianoforte autore della Turandot. Nonostante la fama a livello mondiale, Puccini rimase fortemente legato a questa e alle altre sue case lucchesi, soprattutto alla principale delle sue dimore, posta sulle rive del lago di Massaciuccoli, a Torre del Lago, dove si stabilì dal 1891. In questa abitazione dalle splendide decorazioni sono conservati gli arredi originali che conservano l'atmosfera che ispirò opere come la Tosca, Madama Butterfly e La Rondine.