Museo dei Bozzetti Pierluigi Gherardi

Il Museo dei Bozzetti Pierluigi Gherardi nasce dall’idea di Jette Muhlendorph, fotografa, giornalista e critica d'arte danese che agli inizi dei primi anni '80 raccolse presso i laboratori e le fonderie di Pietrasanta una grande documentazione fotografica sulla tradizione della lavorazione artigianale caratteristica della città.

Pochi anni dopo, nel 1984, fonda il Museo dei Bozzetti, con sede nel cinquecentesco ex-convento di Sant’Agostino. L’intento è quello di documentare e collezionare i modelli e i lavori dei principali scultori che arrivano da tutto il mondo per realizzare le proprie opere nei laboratori artigiani di Pietrasanta.

Diventato un’istituzione di massima importanza per la collezione unica nel suo genere capace di valorizzare l’attività più significativa del territorio versiliese, ed in particolare quello di Pietrasanta, la scultura, e documentare attraverso un ampio archivio le opere preparatorie, i bozzetti (in scala ridotta) e i modelli (in dimensioni reali) che rappresentano l’idea iniziale dello scultore prima di essere tradotta in opera finale.

Il percorso museale si sviluppa nel loggiato esterno del Chiostro di Sant’Agostino e raccoglie oltre 700 tra bozzetti e modelli, prevalentemente in gesso, di sculture di più di 350 artisti italiani e stranieri. Nella sede distaccata Museo dei Bozzetti 2, presso Palazzo Panichi, a pochi passi dal Sant’Agostino, si aggiungono periodicamente sezioni tematiche che approfondiscono ulteriori significati del bozzetto.

Contatti

Via Sant’Agostino, 1
55045 Pietrasanta LU
Italia

Telefono

Prezzi

Ingresso gratuito

Servizi e accessibilità

Gel disinfettante
Mascherine disponibili
Accesso disabili
Toilette