Museo Archeologico Versiliese Bruno Antonucci

Il Museo Archeologico Versiliese Bruno Antonucci, nei pressi di Pietrasanta, è il risultato della ricerca di reperti archeologici da parte del Gruppo Speleologico e Archeologico versiliese, guidato dal professor Bruno Antonucci. I reperti provengono dall’area versiliese e la loro datazione copre un arco di tempo che va dalla Preistoria al Medioevo.

Il percorso museale è diviso in tematiche, dedicate ai principali capitoli della storia della Versilia.

La prima sala, intitolata a Bruno Antonucci, racchiude punte di freccia, pugnali, pendagli e altri manufatti in pietra e osso risalenti ai più antichi insediamenti dell'età del Rame.

Nella sala principale, un plastico ricostruisce il sito di San Rocchino, sulle rive del lago di Massaciuccoli, dove si trovava un importante emporio commerciale di età etrusca. A questo sito si riferiscono anche la ricostruzione dell'interno di una capanna e una gran quantità di vasellame, strumenti di lavoro e resti animali. 

Di particolare interesse, la collezione di cippi funerari etruschi provenienti da diverse località della Versilia e le testimonianze dei Liguri e dei Romani in Versilia, provenienti dai maggiori siti archeologici del territorio: Buca delle Fate di Cardoso, Buca della Gigia, Monte Lieto, San Rocchino, Bora dei Frati, Levigliani, Crocialetto, Montiscendi, La Cappella, Monte Altissimo.

Alcune ceramiche medievali e rinascimentali sono esposte al pianoterra del Centro Culturale Luigi Russo, situato nel complesso di Sant’Agostino.

Contatti

Piazza Duomo - Palazzo Moroni
55045 Pietrasanta LU
Italia

Telefono

Prezzi

Ingresso gratuito

Servizi e accessibilità

Gel disinfettante
Mascherine disponibili
Accesso disabili
Toilette